F1, Mattia Binotto: “La Ferrari avrà presto una nuova ala posteriore”

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Dopo la delusione del GP della Cina, terza prova del Mondiale 2019 di Formula Uno, il tema del momento è il seguente: i problemi della Ferrari. Ingegneri via web e non solo hanno espresso il proprio parere su quello che non va nella SF90 e tutti si sono trovati d’accordo che la causa sia la mancanza di carico aerodinamico. La Rossa fatica ad essere veloce in curva, specie in quelle lente, ed ha una forte criticità rispetto alla Mercedes, assai performante in questo aspetto. In Bahrein, per le caratteristiche del tracciato, queste problematiche erano state mitigate dalle grandi qualità della power unit ma a Shanghai si è tornati a penare come in Australia.

E allora a Maranello stanno cercando di correre ai ripari, non volendo dar certo per persa quest’annata, iniziata con tre doppiette della scuderia di Brackley. Stando a quanto rivelato dal Team Principal Mattia Binotto, presto vedremo delle novità sulla monoposto italiana: “Abbiamo alcune limitazioni che dipendono dai circuiti. Un’ala posteriore stile Mercedes è in lavorazione“, ha dichiarato Binotto (fonte: Auto Motor und Sport). Stando a quanto riporta la testata tedesca, il nuovo particolare dovrebbe essere a disposizione del tedesco Sebastian Vettel e del monegasco Charles Leclerc a partire dal GP di Spagna (10-12 maggio), dove vi sarà anche un sostanziale aggiornamento dell’avantreno. L’obiettivo è trovare il giusto bilanciamento della vettura in tempi relativamente brevi, per non far scappare le Frecce d’Argento in maniera irreparabile.

Mia Immagine

 

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni